Associazione Difesa proprietari Casa e Immobili Nazionale

 
   
     
FAQ - DOMANDE FREQUENTI & RISPOSTE


FAQ ADCI Nazionale
 

CONTRATTO di LOCAZIONE

Cedolare secca

 

Durante il periodo di applicazione della cedolare secca posso aggiornare il canone di locazione?

R.: No. Per il periodo di durata dell’opzione è sospesa per il locatore la facoltà di chiedere l’aggiornamento del canone
titolo a qualunque (compresi gli aggiornamenti ISTAT), anche se la facoltà è prevista nel contratto di locazione.

 

Ho optato per la cedolare secca quando ho registrato il contratto di locazione.
Devo fare qualcosa alla scadenza delle successive annualità contrattuali?

R.: No. L’opzione esercitata in sede di registrazione del contratto produce i suoi effetti fino alla scadenza del contratto e comunque
fino a revoca.

 

Una società che dà in locazione appartamenti a uso abitativo può optare per il regime
della cedolare secca?

R.: No. Non possono accedere al regime della cedolare secca le società di persone, le società di capitali, nonché gli enti commerciali
e non commerciali.

 

Posso applicare la cedolare secca anche a un contratto di locazione a uso transitorio?
Anche ai contratti di durata inferiore a 30 giorni nell'anno?

R.: Sì. Il regime della cedolare secca può essere applicato a tutti contratti di locazione di immobili a uso abitativo, anche di durata
inferiore a trenta giorni nell'anno.

 

Per registrare un contratto di locazione a uso abitativo con opzione per la cedolare secca devo
versare l'imposta di registro?
Devo mettere il bollo sui contratti da registrare?

R.: No. Sul canone di locazione annuo si applica un'imposta fissa (21% o 15%, ridotta al 10% per il quadriennio 2014-2017)
che sostituisce sia l'Irpef e relative addizionali che le imposte di registro e bollo.

 
Tracciabilità del canone  

Posso pagare il canone di locazione versando l'importo su una carta PostePay del locatario,
rispettando la nuova norma di tracciabilità dei pagamenti e senza possedere un conto corrente
bancario?

R.: Sì, è possibile. Il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha chiarito che i pagamentidi somme inferiori a euro 1.000,00
(articolo 49 del Decreto Legislativo n. 231/2007) possono essere effettuati anche in contanti. È però necessaria una prova
documentale chiara che attesti che quel trasferimento di contanti è giustificato dal pagamento del canone di locazione.

 
   
Contratto di locazione - APE
(Attestazione Prestazione Energetica)
 

Al momento della registrazione di un contratto di locazione di immobile a uso abitativo, è obbligatorio
l'attestato di prestazione energetiva (APE)?

R.: In caso di locazione di singola unità immobiliare, non è obblicatorio allegare l'APE al contratto di locazione. Tuttavia, è necessario
inserire nel contratto una clausola
con la quale il conduttore dichiara di aver ricevuto le informazioni e la documentazione,
comprensiva dell'attestato, relativa all'attestazione della prestazione energetica degli edifici (Articolo 6, Dlgs 19 agosto 2005 n. 192).

 
VEDI ANCHE ...  
BONUS mobili
ed elettrodomestici
RISPARMIO
energetico
BONUS
ristrutturazione
 
 
 
domande