LA SOLUZIONE AL TUO PROBLEMA 4  
Servizi
     
 


RICHIEDI UNA CONSULENZA
È GRATUITA
E SENZA IMPEGNO

Dove siamo: A.D.C.I. Nazionale
Via Spalato n° 11, 00198 - Roma (RM)
Tel. 06.86326449
Email: info@adcinazionale.it

Scadenze Fiscali

SCADENZARIO

Scadenze fiscali

 

Webdesigner: francesca colletta ©

 

 

 

 

 

L'Associazione ADCI Nazionale
tutela i vostri interessi!

L'Associazione è formata da esperti professionisti qualificati in campo legale, fiscale e tecnico urbanistico, sempre al vostro servizio per aiutarvi a risolvere i problemi che incontrate ogni giorno, a tutela e difesa della vostra proprietà.

negoziazione assistita

ultime novità

MILLEPROROGHE, È IN ARRIVO UNA MINI PROROGA PER IL BLOCCO SFRATTI.
Come Associazione in difesa dei proprietari di immobili, avevamo salutato con entusiasmo le dichiarazioni del Ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi che, anche di recente, aveva ribadito «Nessuna proroga o mini-proroga degli sfratti».
Così non sarà.
Nel decreto "Milleproroghe", al vaglio della Camera, è stato inserito un emendamento che prevede una sorta di mini-proroga per 4 mesi del blocco degli sfratti.
In pratica, i giudici potranno sospendere l'esecuzione dello sfratto fino al centoventesimo giorno dall'entrata in vigore della legge di conversione, per consentire il passaggio da casa a casa.
Il decreto non ha ancora terminato il suo iter parlamentare, ma vista l'approssimarsi del termine di decadenza del provvedimento (3 marzo p.v.), è certo che il Governo metterà il turbo all'iter conclusivo di approvazione del testo.

L'ACCORDO DI RIDUZIONE DEL CANONE DI LOCAZIONE VA COMUNICATO ALL'AGENZIA DELLE ENTRATE.
La crisi economica sta permeando la nostra società al punto tale che, sempre più frequentemente, locatore e conduttore si accordano per una riduzione del canone di locazione stabilito all'inizio del rapporto, con ancora il contratto di locazione in essere. Tale accordo, pero, non può rimanere un atto puramente interno tra le parti, ma deve essere comunicato all'Agenzia delle Entrate (la medesima presso la quale è stato registrato ab origine il contratto di locazione), entro il termine di giorni 30, decorrenti dalla sottoscrizione della scrittura di riduzione del canone di locazione.
Un dato positivo è che con il DL n. 133 del 12 settembre 2014, in vigore dal 13 settembre 2014, l'atto con il quale si formalizza la riduzione non è soggetto né all'imposta di bollo né all'imposta di registro.

NESSUNA PROROGA DEGLI SFRATTI.
Finalmente non vi sarà l'ennesima proroga degli sfratti; il blocco degli sfratti è definitivamente cessato con il giungere della data del 31 dicembre 2014.
Il Governo, rompendo una vergognosa prassi, risalente dal lontano 1945 (Decreto Legislativo Luogotenziale 12.10.1945 n. 669), ha avuto il buon senso di non prorogare il blocco degli sfratti (nel testo del Milleproroghe, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, non ve ne è traccia). Il Ministero, nonostante le solite voci, che hanno fatto dell'allarmismo abitativo la propria rendita di posizione, ha fatto sapere che il mancato rinnovo della proroga (scaduta il 31 dicembre 2014) è la conseguenza della approvazione del decreto casa e dell'incremento dei fondi per la morosità incolpevole. Ci aspettiamo, come associazione a fianco dei proprietari, che tale positiva novità rimanga ferma e sia il giusto viatico di una diversa politica sulla casa. Ora, il nostro impegno, come A.D.C.I., è tutto volto ad una revisione, necessaria, dell'onerosa e non più sostenibile imposizione fiscale sulla casa. Il Presidente Nazionale, Avv. Maurizio Centonze

OBBLIGO DEI CONTABILIZZATORI DI CALORE.
Con il sopraggiungere della data del 31 dicembre 2016, diventano obbligatori i contabilizzatori di calore. Ogni condominio e relative singole proprietà dovrà esserne dotato.

INTERESSE LEGALE: dal 1° gennaio si passa allo 0,50%.
Lo stabilisce il Decreto del MEF dell'11 dicembre 2014, pubblicato in G.U., serie Generale n. 290 del 15.12.2014.

SULLA CEDOLARE SECCA L'AGENZIA DELLE ENTRATE VIENE SCONFESSATA DAI GIUDICI TRIBUTARI.
La Commissione Tributaria Provinciale di Reggio Emilia, con la sentenza 470/03/14, ha respinto la tesi dell'Agenzia delle Entrate, stabilendo, contrariemente a quanto da questa previsto con la circolare 26/2011,
che la cedolare secca è applicabile anche all'ipotesi in cui il conduttore non sia persona fisica e sia dunque un impresa. Ciò che rileva per il Giudice Tributario ai fini della applicazione della cedolare secca è che il proprietario sia una persona fisica e che l'immobile sia destinato a esclusivo uso abitativo. La cedolare secca vale dunque anche per i contratti di foresteria.

     
 
Consulenza Legale Penale Civile Negoziazione assistitaAssistenza Fiscale Contratti Locazione Risparmio energetico Associazione Difesa proprietari Casa Immobili